CERCA  

  ATIVITA'

Presso l'Aeroclub Benevento è possibile avvicinarsi ed effettuare le seguenti attività suddivise per tipologia.

  SERVIZI

L'Aeroclub Benevento offre una serie di servizi:

  AREA RISERVATA

Area Riservata agli operatori del sito

Nome Utente:
Password:

  REGOLAMENTO DELL'AVIOSUPERFICIE


Da questo link puoi scaricare o visionare il regolamento.

PREMESSA:
L’attività di volo, è una pratica che, per le sue peculiari caratteristiche, richiede in aderenza ai disposti normativi in materia, la scrupolosa osservanza di regole atte a garantirne un sicuro ed ordinato svolgimento.
Il presente regolamento è redatto dal Gestore dell’Aviosuperficie allo scopo di soddisfare i requisiti di cui sopra.
Tale regolamento comunque, se pure nella qualità di strumento indispensabile a garantire ordine alle operazioni di cui lo stesso Gestore è responsabile, si ritiene non debba assolutamente essere interpretato come un sistema atto a limitare la libertà personale degli individui, bensì quale garanzia posta a salvaguardarli con la regolarità nelle operazioni di volo.
Quanto previsto nel seguente testo è sicuramente perfettibile nel contenuto e gli interessati, cui è diretto, potranno, volendo, fornire suggerimenti utili al suo miglioramento, anche inviandoli all’indirizzo di posta elettronica info@aeroclubbenevento.it.
L’aggiornamento del presente regolamento e dei suoi allegati verrà curato dal Gestore ed è responsabilità di ogni singolo la conoscenza di eventuali varianti e/o modifiche aggiuntive.
Tutti gli utilizzatori e i loro aeromobili dovranno essere in possesso dei requisiti previsti dalla normativa in vigore. Tutti gli utilizzatori prenderanno visione e rispetteranno le norme operative del presente regolamento che è pubblicato sul sito internet dell’Aero Club Benevento: www.aeroclubbenevento.it nella sezione news.
A. POSIZIONE GEOGRAFICA
L’aviosuperficie OLIVOLA, posta all’interno della CTR 1 di Napoli, è situata a 3 miglia in direzione Nord Nord Ovest della città di Benevento e centrata nel punto di coordinate geografiche 41°10’ 39’’ di latitudine Nord 014° 44’ 50’’longitudine Est con elevazione di circa 600 ft.
B. ATTIVITA’ E OPERAZIONI DI INTERESSE
Attività e operazioni di interesse sono quelle codificate dagli atti bilaterali (tra chi? ENAC e Gestore?) relativi alle concessioni in uso delle aree sul sedime demaniale di "OLIVOLA ", le stesse possono comunque sintetizzarsi nelle possibilità offerte allo svolgimento di operazioni di volo previste ed autorizzate e di quanto necessario al loro sostegno.
C. SOGGETTI INTERESSATI
Sono interessati al presente regolamento gli Enti presenti sul sedime dell’Aviosuperficie di OLIVOLA, tutti i proprietari di aeromobili con base di armamento sulla stessa Aviosuperficie e chiunque intenda usufruirne per le attività previste.
D. ORGANIZZAZIONE GENERALE
1. Personale: - Gestore; - Fiduciario addetto al controllo dell’area; - Personale addetto al primo soccorso e intervento antincendio;
2. Segnaletica: - visualizzatori delle aree di manovra e del vento come da normativa in materia;
3. Mezzi antincendi e di soccorso: - Autovettura disponibile con a bordo: • Estintori e cassetta medica di pronto soccorso; • Strumenti di effrazioni e ancoraggio; - tabelle a vista con riportati i numeri dei locali Enti di emergenza sanitaria.
4. Contatti:// - rif. Telefonico del Gestore 3475911874 - rif. Telefonico del Fiduciario 3491910967 - rif. Telefonico del Coordinatore Ae.C.B. 3476149858 - Tel. Fax Aero Club Benevento 0824776264 - Comunicazioni T.B.T. sulla frequenza U.H.F. A.M. 130.00
E. COMPITI SPECIFICI DEL PERSONALE
1. GESTORE : E’ responsabile, relativamente alle attività di interesse: - della pubblica sicurezza sull' area; - sulla idoneità, in rispetto della vigente normativa e delle prescrizioni ENAC, delle aree di manovra alla condotta delle operazioni di volo previste o richieste; - del controllo sul buon andamento del traffico e del rispetto delle vigenti norme da parte dei piloti responsabili ai comandi degli aeromobili; - dell’ordine, in generale, di tutta l’area dell’Aviosuperficie. Il Gestore pertanto: - Si assicurerà di persona, o tramite fiduciario, che l’area mantenga i requisiti di idoneità; - Si preoccuperà affinché ci sia memoria di tutti i movimenti di aeromobili avvenuti sull’area; - Quale garante nei confronti delle forze di pubblica sicurezza, attuerà i provvedimenti ritenuti necessari affinché non possa avere luogo sul sedime dell’Aviosuperficie nessuna attività illecita o al di fuori delle vigenti normative. Si farà carico pertanto, nel caso, di avvisare prontamente le autorità competenti; - Relativamente alla sicurezza pubblica prenderà tutti quei provvedimenti di buon senso e ritenuti necessari al fine di realizzare la più efficace azione preventiva in merito a fatti accidentali che potrebbero coinvolgere visitatori o chiunque sia lecitamente presente sull’area od in prossimità di essa. - Quale garante nei confronti dell’ENAC del mantenimento dei requisiti prescritti, metterà in atto tutto quanto ritenuto necessario al fine di mantenere in ordine l’area dell’Aviosuperficie ed in particolare le aree di manovra che, in mancanza dei relativi requisiti,potrà interdire al traffico o a parte del traffico, avvisando prontamente l’ENAC e per conoscenza la Circoscrizione di Napoli dell’ENAV. - Si assicurerà, anche attraverso persona delegata, che i piloti e gli aeromobili in attività siano in regola con i vigenti disposti normativi ai fini delle operazioni di volo previste o richieste.
2. FIDUCIARIO DDETTO AL CONTROLLO DELL’AREA L’addetto al controllo dell’area, in qualità di collaboratore, fa capo al Gestore dell’Aviosuperficie e provvede alla formale registrazione delle osservazioni che attengono alla sicurezza dell’area ai fini delle attività che su di essa si svolgono. In particolare lo stesso: - prima dell’inizio di qualunque attività si preoccuperà di: effettuare la ricognizione di tutte le aree di manovra accertandosi della loro idoneità alle attività stesse; effettuare il controllo sulla integrità e stato d’uso della recinzione e dei dispositivi ritenuti indispensabili dalla vigente normativa e dal Gestore per gli interventi di emergenza;üattività richiesta; redigere, firmandolo, specifico verbale relativamente alle operazioni di cuiü sopra; in tale verbale sarà riportato quanto riscontrato e le motivazioni della eventuale sospensione delle operazioni per la quale sospensione verrà adottata la prescritta segnaletica dandone immediata comunicazione al Gestore.
3. ADDETTO AL PRIMO SOCCORSO E INTERVENTO ANTINCENDIO Stazionerà nei pressi dell’area dell’Aeroclub ed interverrà con i mezzi disponibili in caso di necessità.
F. Procedure di circolazione in volo e movimento al suolo
1. GENERALITA’ L’aviosuperficie di OLIVOLA dispone di n. 2 piste incrociate con orientamenti magnetici 292°, 112° e 037°, 217° le quali acquistano pertanto denominazione 29/11 e 04/22. - La pista 29/11 è la pista principale: . lunghezza totale : m.720;// . lunghezza utile : m.650;// . larghezza : m.18 più fasce laterali di sicurezza// . fondo : asfalto 300 m. lato Est in fondo erboso i restanti 400 m.// . particolarità : il passaggio tra fondo in asfalto e fondo erboso non comporta difficoltà.// - Pista ausiliaria 04/22// . lunghezza totale : m.700;// . lunghezza utile : m.550;// . larghezza : m.18 più fasce laterali di sicurezza// . fondo : erboso.// L’Aviosuperficie è aperta al traffico: //• Ultraleggeri a motore// • Aviazione Generale// • Elicotteri
2. NORME DI CIRCOLAZIONE IN VOLO// Gli utilizzatori dovranno, per le manovre di involo e di approdo, indirizzarsi preferibilmente sulla pista principale, facendo affidamento su quella ausiliaria nei casi in cui le condizioni di vento ne consiglino l’uso. I circuiti di traffico sono posti:// - per gli aeromobili ad ala fissa e pendolari, a Sud Ovest del campo per pista 11/29 e a Sud Est per pista 04/22, gli stessi dovranno essere percorsi ad una altezza di 500 ft. agl per gli aeromobili ULM e 1000 ft. agl per gli aeromobili di A.G.; la circolazione sarà pertanto sinistra nell’utilizzo di QFU 29, 22 e destra nell’utilizzo del QFU 11, 04.// - Per gli aeromobili ad ala rotante, dalla parte opposta a quelli sopra indicati da percorrere sempre alla altezza di 500 ft. agl, per gli ULM e 1000 ft. agl per l’A.G; la circolazione degli aeromobili sarà pertanto destra nell’utilizzo di QFU 29, 22 e sinistra nell’utilizzo del QFU 11, 04.// Per gli aeromobili in partenza dopo il decollo, l’uscita dal circuito, di norma dovrà essere effettuato proseguendo nella direzione di decollo per QFU 29/11/22, nel caso di QFU 04 bisognerà invece liberare dopo aver percorso il tratto di contro base. Per il traffico U.L.M., l’uscita andrà eseguita in aderenza a quanto prescritto dall’E.N.A.C. per il raggiungimento dell’area autorizzata a tale attività come riscontrabile su AIP-ITALIA ENR.5.5.4, pertanto ove necessario o lo si ritenesse opportuno il pilota continuerà a mantenere il circuito, liberandolo proseguendo poi sul tratto di sottovento.// Per l’approdo, gli aeromobili dovranno, come previsto dalle norme generali del volo, entrare nel circuito di traffico alla quota prevista da uno degli angoli dello stesso, con traiettoria proveniente a 45 gradi. I piloti non di base sul campo, ad esclusione di chi abbia difficoltà tali da costringerlo all’atterraggio, o anche se di base ma provenienti da altra località, devono contattare direttamente il gestore dell’Aviosuperficie per assumere le necessarie informazioni e coordinare l’arrivo, l’eventuale permanenza e successiva attività.
3. Circolazione al suolo:// Sul campo esistono due vie di rullaggio: una in asfalto che fa capo alla pista principale e l’altra in fondo erboso che fa capo alla pista ausiliaria, più i raccordi Ae.C.B..// L’insieme delle due vie di rullaggio con le piste, formano un circuito al suolo, che può essere percorso in modo compiuto, partendo dai piazzali di parcheggio con andamento destrorso o sinistrorso. I piloti potranno, dopo contatto radio, esame del vento e del normale traffico già in movimento, decidere per il meglio.// Non bisognerà occupare le piste per prove motori o controlli predecollo che dovranno, salvo particolari situazioni, essere fatti sui raccordi nelle previste in posizione attesa.// E’ assolutamente vietato avvicinarsi con l’elica in movimento ad assembramenti di persone presenti sulla zona di parcheggio o avviare i motori nelle stesse condizioni. Tutti perciò dovranno preoccuparsi di avere sufficiente spazio libero in riferimento a tali manovre. E’ altresì vietato mettere in moto gli aeromobili nelle vicinanze dell’interno degli hangar, di altri apparecchi, di persone o di cose mobili; il flusso dell’elica dovrà, comunque , essere orientato verso zone libere ed aperte.// G. Accesso alle aree di manovra// Fatte salve eventuali emergenze, per poter accedere alle aree di manovra di responsabilità del Gestore al fine dell’involo o approdo, gli utenti dovranno aver preso coscienza delle condizioni di agibilità della pista/piste, in relazione ai requisiti previsti e aver avuto la preventiva autorizzazione del Gestore dell'Aviosuperficie alle operazioni previste o richieste.// Quanto sopra dovrà realizzarsi attraverso contatto diretto anche via telefono col Gestore o fiduciario, presente sul posto, che autorizza l’apertura dell’Aviosuperficie e/o le singole attività; il contatto è anche possibile con sistemi diversi di comunicazione che il Gestore abbia autorizzato e standardizzato.// Il pilota, oltre a chiedere il consenso di cui sopra, comunica al gestore i seguenti dati per ciascun movimento:// a) nominativo pilota ed eventuale copilota; b) tipo dell'aeromobile; c) marche dell'aeromobile: d) numero persone a bordo; e) orario partenza e destinazione; f) orario di arrivo e provenienza; g) tipo del volo.// Il pilota responsabile del volo garantirà la regolarità nella documentazione personale e dell' aeromobile, relativamente alla quale dovrà tenersi pronto a darne dimostrazione documentale. Il Gestore si riserva, nei confronti di tutti, azione di verifica atta a garantire quanto sopra.// Gli Enti concessionari presenti sull’area dovranno assicurare che siano rispettati i parametri previsti per la security della zona, e metteranno in atto tutti quegli accorgimenti necessari ad evitare accessi non autorizzati alle aree di manovra.// Qualunque movimento di mezzi o persone all’interno dell’Aviosuperficie dovrà essere coordinato con il gestore che deve avere sempre piena conoscenza di quanto avviene all’interno delle aree in relazione alle operazioni di volo.
H. CONTATTO RADIO// I piloti che operano sull’Aviosuperficie muniti di radio devono collegarsi e mantenere l’ascolto sulla frequenza in uso 130,000 Mhz prima di interessare la zona, prima di entrare nei circuiti di traffico e prima di iniziare a muoversi sull’area di manovra. Anche in mancanza di collegamento con operatori al suolo, dovranno essere effettuare tutte le chiamate all’aria necessarie alla sicurezza dei voli e, comunque, attuare tutte le misure necessarie al rispetto delle separazioni e delle precedenze con i mezzi non provvisti di radio.// I piloti non muniti di apparati radio dovranno muoversi sulle aree di manovra e operare sull’Aviosuperficie seguendo i segnali visivi come previsti dalle norme generali di circolazione; gli stessi, salvo specifico coordinamento o per sopraggiunte difficoltà, dovranno occupare le piste e i circuiti per le sole fasi relative alle manovre di decollo con allontanamento e approdo.
I. NORME GENERALI DI SICUREZZA// I responsabili a qualunque titolo all’attività di volo effettuata da e per gli Enti presenti, sensibilizzeranno tutti i piloti della base sui seguenti argomenti:// - Sgombero dell'area intorno al velivolo al momento della messa in moto ;// - Divieto assoluto di fumare negli hangar e nelle sue vicinanze, nonché in prossimità dei velivoli e dei depositi carbolubrificanti o durante le operazioni di rifornimento;// - Necessità di segnalare al personale addetto ogni eventuale malfunzionamento o difficoltà riscontrata nella attività di volo;// - Conoscenza delle procedure da adottare in caso di incendio ricomprese quelle di utilizzo degli estintori presenti negli hangar.// - Comportamento in caso di incidente grave o situazione di pericolo.// Il Gestore in presenza di una qualunque evenienza di pericolo o incidente farà partecipe quanto prima l’E.N.A.C. Napoli.// Episodi lesivi o ritenuti tali della sicurezza del volo potranno da chiunque,anche in forma anonima,essere segnalati sul registro sicurezza volo posto presso l’Aero Club Benevento.// Violazioni al presente regolamento o azioni fatte al di fuori delle norme generali del volo o della sicurezza volo daranno luogo alle azioni di segnalazione presso gli Enti di Sorveglianza peposti al fine delle opportune valutazioni nonché,nelle more di tali valutazioni, nei casi più gravi, alla interdizione degli interessati ad accedere alle aree interessate all’attività di volo sull’Aviosuperficie.


Copyright © 2010 All rights reserved | Provided By Ing. Gianni D'Angelo, Ph.D.